23 febbraio 2016

Corridoio della mobilità Tuscolana EUR Seconda Puntata

Metro Leggera Tuscolana EUR
Proposta di tracciato su Via di Vigna Murata

Per approfondimenti potete anche vedere un precedente Post: Il progetto complessivo


Tracciato laterale - Ipotesi 1
Via di Vigna Murata





Tracciato laterale - Ipotesi 2
Via di Vigna Murata

Sotto soluzione da "Rendering da Cosenza"




Tracciato Centrale - Ipotesi 1
Sotto soluzione da "Rendering da Danhai"




Tracciato Sopraelevato - Ipotesi 1
Via di Vigna Murata

Sotto soluzione da "Rendering da Ottawa"



Rendering da Dubai




18 febbraio 2016

O mangi sta minestra ...

DSCF0180 copy

Montezemolo&Co svelano al modo il progetto della candidatura Olimpica per Roma...

E immediatamente dettano le linee delle opere sulla mobilità di Roma da oggi al 2024....
Corriere della Sera
"Roma 2024, il piano delle Olimpiadi
Si arriverà in metro a Tor Vergata
Due ipotesi di tracciato per la «A» e la «C». Il nodo del bacino remiero vicino a Fiumicino. Da potenziare i collegamenti tra aeroporto e la stazione Termini.
...
Esplora il significato del termine: Perché le Olimpiadi a Roma, nel 2024, dovrebbero servire «a fare le opere necessarie alla città e che poi resteranno nel futuro». Niente previsione sui costi, però. Anche se, a spanne, parliamo di almeno una decina di miliardi di euro. Uno dei nodi principali è quello della metro C: proseguire fino a Farnesina, oltrepassando il centro e poi il Tevere, oppure no? E ancora: va prolungata, dall'altra parte, dal capolinea di Montecompatri per arrivare in zona Tor Vergata? O è meglio allungare il tratto della metro A da Anagnina, soluzione che appare tecnicamente più semplice (e anche, probabilmente, più economica). Montezemolo parla di «due soluzioni in campo, possibili entrambe» e nelle settimane scorse c’è stato un incontro sull'argomento proprio col Consorzio Metro C. Solo per le metro, comunque, la previsione di spesa sfiorerebbe i tre miliardi di euro: un paio per finire la C verso lo stadio Olimpico, il resto per l’altra «variante» oppure per la linea A.Perché le Olimpiadi a Roma, nel 2024, dovrebbero servire «a fare le opere necessarie alla città e che poi resteranno nel futuro». Niente previsione sui costi, però. Anche se, a spanne, parliamo di almeno una decina di miliardi di euro. Uno dei nodi principali è quello della metro C: proseguire fino a Farnesina, oltrepassando il centro e poi il Tevere, oppure no? E ancora: va prolungata, dall'altra parte, dal capolinea di Montecompatri per arrivare in zona Tor Vergata? O è meglio allungare il tratto della metro A da Anagnina, soluzione che appare tecnicamente più semplice (e anche, probabilmente, più economica). Montezemolo parla di «due soluzioni in campo, possibili entrambe» e nelle settimane scorse c’è stato un incontro sull'argomento proprio col Consorzio Metro C. Solo per le metro, comunque, la previsione di spesa sfiorerebbe i tre miliardi di euro: un paio per finire la C verso lo stadio Olimpico, il resto per l’altra «variante» oppure per la linea A."

O mangi sta minestra ....

Io dico no alle Olimpiadi e tanto più ad avere la mobilità di Roma pensata e pianificata al solo scopo di soddisfare un evento che si svolgerà tra 8 anni per 3 settimane.

A Roma abbiamo un Piano Regolatore, un Piano della mobilità sostenibile, un Piano Quadro della ciclabilità e un Piano Generale del traffico tutti recenti e approvati!
Si cominci da questi documenti!!

...a sto punto preferisco saltà dalla finestra e tirarmi fuori sin da subito da questa folle idea!

23

17 febbraio 2016

Metro C Zombie

They're coming to get you, Barbara!

Ormai la Metro C è un morto che cammina! Anzi per dirla tutta neanche cammina visto che i lavori sono fermi da mesi!
Anche solo nominarla ormai sembra quasi portare sfortuna...
I candidati a Sindaco evitano in qualunque modo di metterla nei loro programmi e se intervistati sul tema negano su tutti i fronti o si dimostrano ingenuamente non ben informati...
La più grande opera pubblica italiana abbandonata a se stessa...

Roberto Giachetti
http://roma.repubblica.it/cronaca/2016/02/09/news/roma_giachetti-133034015/
"Sulla questione mobilità, dice Giachetti, "io punterei su un forte potenziamento della rete tranviaria piuttosto che immaginare altre linee della metropolitana, perché a Roma se vai sotto, da qualunque parte, ci sono problemi. Bisognerà mettere mano anche alla Roma-Lido, un altro tema aperto. La Regione lo sta facendo e questo dovrebbe portare a qualche idea risolutiva. Penso che la rete degli autobus vada rivista, ci sono alcune zone di Roma in cui aveva senso che arrivassero, ma ora arrivano nel deserto". Quello della Metro C, inoltre, è un tema che "va affrontato con grandissima serietà: un argomento talmente complesso e delicato che se dessi una risposta sarei un fanfarone e un demente. Poi ci sono anche problemi riguardanti la linea B. Credo che vada fatto un ragionamento che chiuda definitivamente questa partita, la linea C è stata progettata nei primi anni Novanta e siamo ancora a 'carissimo amico'""
Giachetti si candida a Sindaco e non ha idea di cosa fare della Metro C ...? Ma se si tratta della priorità economica numero 1 di Roma e di tutta l'Italia, l'opera pubblica più costosa presente oggi nella nostra Nazione...

Roberto Morassut
http://roma.repubblica.it/cronaca/2016/02/05/news/comunali_a_roma_parla_morassut_-132777394/
"E ancora, i trasporti. "Quello dei trasporti è un tema centrale. Roma è cresciuta con un gap genetico sui trasporti su ferro che va recuperato. Ma oggi penso anche a scelte low cost: per fare un tram bisogna tenere conto di un certo costo che però si può usare anche per preferenziali o vettori ad alta capacità che aumentino da subito l'offerta di tpl"."

La abbandona lo stesso Morassut che ne è uno dei padri avendola addirittura pianificata nel Piano Regolatore da lui realizzato, ma è talmente timoroso che dalla sua propaganda toglie addirittura i tram...troppo audaci per una delle capitali mondiali. E la sua pianificazione strategica si spinge fino a nuovi corridoi della mobilità per Bus...

Dal suo sito:
"Studiare una modalità perché la linea C della metro arrivi al Colosseo e a piazza Venezia si configura come una priorità assoluta, per dotare la Capitale di una rete metropolitana efficiente, capace di accontentare le esigenze dei cittadini che risiedono nei quartieri periferici della città."
La priorità ora non è più far proseguire la metro C ma addirittura la priorità e lo studio della modalità...

E oggi il colpo finale, la metro C scompare anche dalle opere utili alle olimpiadi 2024
http://www.2024roma.org/it/archivio-news/news/130-roma-2024,-svelato-il-progetto-della-candidatura-della-capitale.html
"In cantiere dovranno essere messi anche il completamento dell’anello ferroviario, il collegamento veloce del treno con Fiumicino, già allo studio, lo stesso sviluppo dell’aeroporto, che prevede un graduale incremento della capacità del traffico passeggeri, il parco fluviale del Tevere, previsto dal Comune, e poco altro"

I 5 Stelle gridano già al complotto perché così rischiano di vincere e dover decidere loro sulla Metro C....

Una città paralizzata e senza futuro, dove politicanti allo sbaraglio non sono in grado di fare proposte concrete e decise. Un propaganda giocata al ribasso, meno dico meno rischio. Siamo senza una prospettiva, una pianificazione, una visione.
Aiuto!!!!

10 febbraio 2016

Tsunami EUR

Deep Impact

Le informazioni ci sono tutte...il terremoto al largo c'è già stato, e ormai tutti sappiamo che l'onda sta montando. Il bello è che tutti sappiamo anche la data in cui l'onda travolgerà l'EUR: il 2016!
Un onda economica positiva, tutti la aspettavamo da anni, ma come nei migliori film catastrofici nessuno a fatto nulla per evitare il peggio sul versante mobilità!
Nel 2016 apriranno contemporaneamente:
- Nuovo Centro Congressi (la nuvola) con annesso mega albergo(la lama);
- Il nuovo Sea Life
- Il nuovo Centro Direzionale TIM
- Il nuovo Luna Park
Cosa è stato fatto in termini di mobilità? NULLA

La mappa

Di seguito qualche dato:

Nuovo Centro Congressi - La teca e la nuvola
"Il complesso sarà altamente flessibile, in grado di ospitare eventi congressuali, espositivi, con una capienza che raggiungerà complessivamente quasi 9.000 posti, suddivisi tra l’auditorium all’interno della Nuvola che potrà accogliere 1.850 persone, le grandi sale congressuali per complessivi 6.500 posti. Al livello interrato del complesso è previsto un parcheggio per 600 posti auto." (fuksas.it)

Albergo - La Lama
"L'albergo, la “lama”, di 439 stanze è pensato come struttura indipendente e autonoma."

Nuovo Centro Direzionale TIM
"Nelle torri ci saranno comunque spazi accoglienti adatti a lavorare in team, che rispondono però anche alle esigenze delle singole persone. Aree per favorire le relazioni sociali, postazioni dotate delle migliori tecnologie digitali per garantire flessibilità organizzativa, servizi per il work life balance che tradotto significa una palestra, un asilo nido e un supermercato interno a disposizione delle oltre 5 mila persone che graviteranno nei nuovi immobili."

Cosa doveva almeno essere fatto:

Corriere della Sera Maggio 2007:
"Per questo insieme al "sì" al centro sono arrivati un ordine del giorno ed un emendamento: nel primo si impegnano sindaco ed assessori a "individuare un piano infrastrutturale che renda il quadrante Magliana- Eur sostenibile per il traffico e prevedendo mezzi di trasporto rapidi"; il secondo che gli oneri concessori, circa 6 milioni di euro, vengano destinati alla realizzazione dei sottopassi di via dell'Umanesimo e di via Cristoforo Colombo."

Sole24Ore Dicembre 2007:
"Il complesso avrà una capienza che raggiungerà complessivamente 8.500 posti. Insieme alla Nuvola sorgeranno un albergo, parcheggi per 615 posti auto e servizi. E  poi, ha aggiunto il sindaco Walter Veltroni, «qui davanti realizzeremo il sottopasso e altre opere che metteranno in equilibrio la nuova struttura con il territorio. Dopo le Olimpiadi, Roma è stata ferma per 50 anni, ora è tornata ad avere grandi opere. Sono convinto che l'unicità della Nuvola sarà un simbolo che farà il giro del mondo»."

Repubblica Agosto 2012:
"Il progetto è mastodontico (il cantiere è di 27mila metri quadrati) e i lavori sono in corso da anni a viale Europa. Previsti quasi 8000 posti complessivi, di cui 1800 nell'auditorium (la Nuvola vera e propria) e 6000 nelle sale congressuali, 7000 metri quadrati di aree pubbliche (negozi e ristorazione) e 2000 posti auto. 
Proprio i posti auto sono al momento il problema della Nuvola: non c'è infatti un piano definitivo su dove farli. Seicento saranno in un parcheggio sotterraneo sotto il complesso, e questa è l'unica certezza. Inizialmente il progetto prevedeva un grande parcheggio interrato in piazza Marconi (sotto l'obelisco, in pratica), ma questa possibilità è stata bocciata dalla Soprintendenza. Così un tavolo tecnico ha proposto nuovi posti auto nel tratto da Piazza Marconi a via della Civiltà Romana e a Piazza Sturzo.
Questa possibilità è al vaglio del Consiglio Comunale e quindi è ancora in forse. In alternativa, ci potrebbe essere anche la possibilità di utilizzare parte dei parcheggi dell'Acquario, ma fino a una decisione del Consiglio è tutto fermo e in queste condizioni l'apertura del complesso è difficile. 
Eur Spa manterrà alla fine solo il controllo della struttura congressuale: l'albergo sarà venduto, secondo le intenzioni dell'azienda, a "un'acquirente valido" con cui sono in corso trattative. 
Altra parte del progetto, non di competenza di Eur Spa, è quella dell'interramento della Colombo nel tratto di fronte alla Nuvola, idea difesa e promossa dal presidente del Municipio XII Pasquale Calzetta: "Potremmo così lasciare il traffico locale in superficie e lo scorrimento veloce nel sottopasso". I fondi, dice ancora Calzetta, potrebbero arrivare dagli oneri concessori del progetto delle Torri ex Finanze, lì di fronte alla Nuvola. Progetto anche quello che dovrebbe cambiare il volto all'Eur - soprattutto al laghetto - ma che risulta al momento rinviato sine die dall'impresa concessionaria. "